Tre sono le funzionalità principali che compongono e connotano i servizi della cooperativa:

  • l’assistenza primaria;
  • l’accoglienza-stile famigliare;
  • l’intervento educativo.

Elemento fondamentale che connota le tre funzionalità è la “relazione”. I requisiti per la realizzazione di un positivo rapporto sono l’accoglienza e la gestione della relazione che avviene tramite la struttura organizzativa dell’équipe, supportata da una regolare attività di supervisione.

Assistenza primaria

Il benessere globale della persona dipende anche dal soddisfacimento dei bisogni primari.

Gli indicatori di qualità

  • cura e igiene della persona, cura dell’abbigliamento, somministrazione del cibo secondo i bisogni dietetici di ciascuno;
  • igiene e cura degli ambienti, del vestiario degli ospiti e della biancheria di casa;
  • effettuazione della cucina interna, controllo dispensa e spese;
  • assistenza sanitaria: individuazione dei sintomi per la diagnosi, collegamento con i servizi sanitari e somministrazione dei farmaci prescritti; assistenza in caso di malattia e collaborazione con gli istituti ospedalieri in caso di ricoveri;
  • costruzione di un codice comunicativo personalizzato, nel rispetto delle difficoltà tecniche di compressione o di socializzazione di ogni ospite; mediazione nella comprensione o traduzione della comunicazione soprattutto con estranei.

Accoglienza – stile famigliare

La vita di comunità, per essere efficace in riferimento agli obiettivi e alla metodologia sopra delineati, deve essere basata sulla costruzione di un clima che favorisca il benessere del singolo e del gruppo. La cooperativa offre questa modalità realizzativa proponendo alle persone inserite delle situazioni con caratteristiche il più possibile simili alla vita famigliare. Consideriamo queste caratteristiche irrinunciabili; esse identificano il nostro modo di lavorare e ci differenziano perciò da istituzioni di altro genere (in particolare gli istituti).

Gli indicatori di qualità

  • pranzo e cena tutti insieme, operatori ed ospiti, come momento comunitario culmine della giornata;
  • le attività domestiche svolte dagli operatori, per garantire un clima famigliare e, se possibile, il coinvolgimento degli ospiti. Ciò non esclude il ricorso a sostegni esterni (ditte, volontari, ecc.) per necessità particolari ( es. pulizie straordinarie);
  • effettuazione di un soggiorno estivo per gli ospiti presenti in comunità sia con la nostra cooperativa sia organizzati da altri enti, salvo per i casi in cui si condivida diversamente tra i soggetti coinvolti;
  • composizione mista degli ospiti;
  • composizione mista, nei limiti del possibile, del gruppo degli operatori, per una complementarietà necessaria per affrontare particolari situazioni;
  • strutture abitative simili a delle comuni e gradevoli abitazioni, nella maggior parte dei casi inserite nel tessuto urbano, con un numero limitato di ospiti;
  • le caratteristiche strutturali sono adeguate ai bisogni degli utenti definiti nel progetto globale; tali caratteristiche permettono la sicurezza e l’efficiente funzionamento del servizio. Le caratteristiche della casa rispettano le normative previste dalla legge 22, le camere degli ospiti sono personalizzabili.

Questa proposta residenziale è, a nostro avviso, quella che consente ad ogni individuo di aumentare la propria autonomia, la propria esperienza e la propria conoscenza, tramite la convivenza quotidiana la vicinanza e supporto in ogni iniziativa. Permette l’acquisizione e l’uso di un ambiente, di ritmi, di spazi emotivi e mentali dove esprimere la propria personalità e le proprie caratteristiche individuali rispettandone quelle altrui.

Intervento educativo

L’intervento educativo intenzionale basato sul progetto individuale dell’ospite con le seguenti informazioni: finalità, obiettivi, attività, strutture, personale impiegato, orari, accesso, indicatori di verifica. Il progetto individuale mira ai bisogni e alle peculiarità della persona, è la base del nostro lavoro e ciò che da senso e significato al nostro agire. Ogni intervento ( momento ) della giornata è considerato in modo educativo.

Gli indicatori di qualità

(Condizione di efficacia dell’intervento educativo è data dalla regolarità delle seguenti attività):

  • predisposizione di progetti educativi individualizzati, verifiche…..;
  • incontri di programmazione e di formazione dell’equipe;
  • incontri con specialisti, consulenti e servizi di riferimento;
  • partecipazione a momenti formativi;
  • contatti ufficiali e non con le famiglie;
  • gestione del tempo libero, momento nel quale gli operatori si fanno mediatori tra l’ospite e il mondo esterno.

Le comunità sono aperte ai cittadini, anche mediante la presenza di volontari, tirocinanti e volontari del servizio civile volontario e organizzazioni esterne. Si usufruisce di attività e servizi presenti nel territorio. Le uscite individuali o di gruppo sono quotidiane.