Modalità di inserimento e Progetto di inserimento

La Cooperativa, come da convenzione con l’Azienda ULSS n°8 BERICA, accoglie le richieste provenienti dai Distretti socio sanitari di base.
L’accesso al servizio residenziale, a tempo indeterminato o in accoglienza temporanea, è approvato in sede di U.V.M.D. e formalmente autorizzato dall’Azienda ULSS, per il tramite del Responsabile dell’U.O.S. Disabilità.
La Cooperativa accoglie la persona con disabilità per la quale l’Azienda ULSS ha autorizzato l’inserimento, verificando prima la disponibilità del posto nonché la compatibilità con il gruppo di persone già inserite attraverso un periodo di osservazione.
Il servizio Disabilità verifica periodicamente, assieme all’amministratore di sostegno, tutore o curatore della persona con disabilità, o di un suo familiare, l’andamento dell’inserimento.
Al momento dell’ingresso dell’utente presso il servizio deve essere avviata, se non già in essere, la procedura per la nomina dell’amministratore di sostegno, tutore o curatore per la persona con disabilità, come previsto dall’accordo contrattuale.

Gli indicatori di qualità

  • L’inserimento è preceduto da incontri con i servizi (distretto di riferimento, centro diurno o lavorativo, amministratore di sostegno, tutore o curatore della persona con disabilità, o di un suo familiare) al fine di raccogliere più informazioni possibili per gestire l’ingresso dell’utente nella comunità (inserimento personalizzato).
  • Possono essere previsti dei momenti di osservazione per brevi periodi, in accordo con il Distretto, prima della decisione di inserimento.
  • Gli operatori del comunità, in collaborazione con il distretto socio-sanitario e con l’utenza, definiscono il progetto di inserimento che dovrà prevedere se necessario il periodo di prova.
  • La comunità documenta i cambiamenti dell’utenza in coerenza con gli obiettivi del progetto di inserimento.